mercoledì 25 luglio 2012

Retro-fonini

Lo scorso giovedì eravamo in pochi, una decina soltanto.
Molti amici infatti hanno già fatto le valigie e ci seguono in remoto dalle località di villeggiatura.

Per non far perdere loro nessun momento magico in cui un vecchio cimelio riprende vita, ci siamo dedicati ad un argomento semi-off topic: i retro-cellulari.

Ecco che dai cassetti in ufficio e dagli armadi polverosi di casa, alcuni vecchi telefonini sono tornati a far bella mostra di sé.

Un notevole Motorola StarTAC completo di scatola, istruzioni e tutto quello che potevate aspettarvi nella confezione originale è stato subito affiancato a una serie di Nokia:
- 5110 un po' vissuto ma funzionante, con cover di ricambio rossa, nera e gialla.
- 6110 perfetto (ci credo, era il mio !)
- 6150 in ottimo stato
- 9110 Comunicator ...che sembra nuovo

Tutti completi, ripuliti e riposti con istruzioni nelle scatole originali, non hanno quindi sfigurato dinnanzi a pronipoti di generazioni molto successive come N73 ed N95.

Il palmare / cellulare Imate JasJar, in livrea chiara marcata Vodafone, ha stupito ancora oggi per le notevoli caratteristiche.

Una manciata di pezzi sciolti, nella maggior parte dei casi fortemente rovinati o incompleti, hanno concluso la carrellata dei pezzi conservati in sede.

Non sono mancati curiosi esemplari "in visita", ritornati a casa assieme ai legittimi proprietari:
- un notevole Sony Ericsson P990
- un lussuoso Nokia 8810 metallizzato lucido
- il costosissimo Nokia 8910 in titanio
- un Motorola A1000
- il primo Videofonino 3, il Motorola A835.

Insomma, una serata divertente, allietata da una fetta di anguria, dagli immancabili ghiaccioli ed anche da un paio di bottiglie prodotte dall'amico Claudio, titolare del Birrificio Artigianale Pavese.

3 commenti:

JEG ha detto...

posso chiederti una curiosita sui cellulari per le batterie come evete fatto ? ankio ho alcuni vecchi cellulari (tra i quali un lg che conserva alcune foto che per mancanza di cavetto non ho potuto trasferire e alcuni nokia su qui ho degli sms che vorrei tenere per "ricordo")

comPVter ha detto...

In realtà "non abbiamo fatto"...
Quelli che funzionano bene, gli altri abbiamo giocato tenendoli connessi alla rete con l'alimentatore.

Andrea B. ha detto...

bhe... vuoi mettere con la mia collezione?!?!?!?!!? :DDDD

http://www.borto.net/lista_telefoni.htm

per i nostalgici della telefonia mobile consiglio una lettura qua_

http://www.borto.net/lista_telefoni.htm

Se serve qualche info son qua... le ho scritte io quelle pagine.


Per le batterie... non tutti i telefoni gradiscono l'alimentazione esterna.. ad esempio un ericsson se non "vede" la batteria non si accende, un vecchio motorola accende e funziona anche senza la batteria. Va da se che dopo anni di inutilizzo le batterie si esauriscono completamente fino aa non poter essere più caricate e "viste" dai telefoni. In quel caso ci son vari modi per far ri-funzionare il tellefono...
- aprire la batteria e cambiare gli elementi interni, a volte sono delle comunissime batterie aaa. Se invece la batteria è al litio al 99% dei casi è una cella singola da 3.6v... basta prenderne una da altra parte che fisicamente entri nell'involucro e rifare i collegamenti. Se la cella è più piccola dell'originale ovviamente l'autonomia sarà ridotta... ma chi se ne frega....
- cambiare la batteria
- collegare i contatti del telefono (facendo attenzione alla polarità!!!!) ad una sorgente esterna come ua batteria o un alimentatore