venerdì 21 settembre 2012

Off-topic ma non troppo

Ieri sera ci siamo dedicati ad un argomento ricco di fascino, tipicamente anni 70/80, fino ad ora da noi completamente trascurato: il ferro-modellismo.

Tradotto: abbiamo giocato con i trenini Lima.

L'argomento, decisamente lontano dai nostri abituali interessi, rientra "al volo" in-topic grazie ad un ennesimo progetto parallelo, che vede coinvolte una scheda Arduino Uno e qualche Nano.
L'idea, un po' folle ma affascinante, prevede di automatizzare locomotori, scambi e semafori creando un bus di comunicazione sui binari, contenendo al massimo i costi.

Il tutto inizia con il recupero ed un minimo restauro del locomotore e del plastico di Sergio, dotato di ben 8 scambi elettrici e due semafori.

In contemporanea abbiamo analizzato i sistemi già esistenti, documentandoci sul web e osservando con l'oscilloscopio la soluzione adottata dalla Marklin.

E' stato necessario ripassare con un minimo di carta vetrata i binari e le ruote del locomotore, opportunamente riparato, per poter ottenere i primi incerti movimenti dopo anni di abbandono.

Il video non è in grado di trasmettere l'emozione e la gioia provata da tutti, che per un momento ci siamo ritrovati ancora una volta bambini.

2 commenti:

Calogero Bonasia ha detto...

bene, se è vero quello che ho letto tempo addietro, che gli "hacker" in realtà erano proprio appassionati di ferromodellismo che smanettavano con l'elettronica per automatizzare scambi e semafori... direi che siete veramente "retro-tornati" alle origini...

^__^

Angelo Piccoli ha detto...

Ciao a tutti, a Casarile esiste un negozio di ferromodellismo con un plastico bellissimo e completamente automatizzato.
Loro potrebbero fornire spunti molto interessanti o aiutare a superare eventuali difficoltà
http://www.train-magic.com/
Buon lavoro
Angelo