martedì 19 giugno 2012

Il canto del cigno di SyQuest

Nella mia ricerca di supporti di memoria strani e bizzarri, mi sono imbattuto in un oggetto curioso:

L'idea di base di questo SparQ da 1 gb di capacità era tutt'altro che male, sopratutto nel 1997.
Il prezzo dei supporti era competitivo, una volta e mezza circa il costo di un Iomega Zip 100, ma questo prodotto ha portato la SyQuest, mitica azienda produttrice di molti supporti removibili ad alta capacità, alla banca rotta.... come mai?

Il problema era l'affidabilità di questo piccolo disco da 3"1/2 raffigurato qui sopra.
Un disco difettoso aveva la capacità di rovinare un lettore sano, che a sua volta  avrebbe prodotto altri dischi difettosi, spargendo un po' come un virus la moria degli SparQ ovunque.

Questa caratteristica così peculiare ha costretto SyQuest a subire danni enormi per rispettare le garanzie ed un conseguente danno di immagine da cui è stato impossibile risollevarsi.

Oggi è molto difficile recuperare un drive ed un supporto funzionanti, ma noi ci siamo riusciti. Con grande piacere quindi accresciamo la nostra collezione aggiungendo questo killer-product, colpevole di aver affossato un importante protagonista della storia dei supporti di memoria.

2 commenti:

murraythegoz ha detto...

Anche gli ZIP non erano così immuni da errori (me ne sono passate parecchie sotto mano), anche se per fortuna non mi è mai capitato di rovinare un lettore con una cartuccia danneggiata.

Steve Gibson (un ricercatore abbastanza noto nel campo della computer security, e forte sviluppatore assembler) ha addirittura scritto un sw per la diagnostica.
http://www.grc.com/tip/clickdeath.htm

comPVter ha detto...

Bello ! Questo mi mancava...e dire che di dispositivi Iomega ne abbiamo una bella collezione:

Dispositivi Iomega di comPVter